ga(‘set’, ‘anonymizeIp’, true);
Home / M5S Europa / Scandalo Panama Papers, un altro giornalista assassinato. Ora basta!

Scandalo Panama Papers, un altro giornalista assassinato. Ora basta!

In foto: Jan Kuciak e la fidanzata Martina, brutalmente assassinati

Jan Kuciak, ragazzo slovacco di 27 anni, è stato ucciso a casa sua con un proiettile al petto insieme alla fidanzata Martina, freddata da un colpo in testa. Era un giornalista investigativo che stava lavorando su numerosi casi di corruzione interna in Slovacchia e sullo scandalo dei Panama Papers, la gigantesca rete di evasione fiscale che coinvolge Europa e resto del mondo. Un’altra terribile tragedia legata alla più oscura vicenda di “finanza internazionale” scoperchiata prima con i casi tutti europei di LuxLeaks e SwissLeaks, e poi allargatasi a macchia d’olio fuori dal Continente. L’omicidio segue quello della giornalista maltese Daphne Caruana Galizia, uccisa facendo esplodere la sua auto a due passi da casa. È un qualcosa di scandaloso e l’immobilismo europeo degli ultimi anni è inaccettabile; un blocco istituzionale rappresentato plasticamente dal ruolo della Commissione europea e da Jean-Claude Juncker, per quasi un ventennio a capo di quel Lussemburgo che ancora contiene i segreti dei più grandi evasori del mondo. Una nazionale costruita per permettere alle multinazionali di evadere il fisco a cui la legislazione comunitaria non riesce in alcun modo a porre un freno.

Inutile essere ipocriti di fronte all’ennesima tragedia. Il ruolo dei giornalisti investigativi – così come quello dei whistleblower come Hervé Falciani e Antoine Deltour – non sono adeguatamente tutelati dalle istituzioni. Perché ancora oggi chi denuncia, chi scopre il malaffare, chi scoperchia scandali legati all’evasione fiscale, deve vivere una vita nella paura? Una vita da fuggitivo? È inaudito. Noi questi angeli che denunciano al prezzo della loro vita li vogliamo difendere. Per questo in Italia siamo riusciti a far passare la nostra legge sulla protezione dei whistleblower ed è per questo che nella commissione sui Panama Papers abbiamo chiesto e ottenuto di equiparare le protezioni che ricevono i whistleblower anche ai giornalisti investigativi, come Jan Kuciak e Daphne Caruana Galizia. Lo ripetiamo da 3 anni ormai, dall’epoca dello scandalo che ha coinvolto il presidente della Commissione europea e il suo Lussemburgo: non si può pensare ad un’Europa solidale se esistono queste mostruose disparità, se ci sono Governi pronti a svendere l’anima pur d’ingannare e di accumulare ricchezze che non gli spettano.

L’intervista a Hervé Falciani sui Panama Papers (aprile 2016):

Source: M5S Europa

Vedi anche

#IoSonoPlasticFree arriva in Europa: i nostri emendamenti alla direttiva per ridurre plastica usa e getta

di Piernicola Pedicini, Efdd – Movimento 5 Stelle “Siamo di fronte ad un’emergenza ambientale globale: …

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e di profilazione esclusivamente necessari al suo funzionamento.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy-Cookie Policy

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.