ga(‘set’, ‘anonymizeIp’, true);
Home / M5S Cuneo / Nuovo ospedale a Cuneo? Tra il dire e il fare c’è un grande mare di milioni di euro!

Nuovo ospedale a Cuneo? Tra il dire e il fare c’è un grande mare di milioni di euro!

Nel dibattito sul presunto nuovo ospedale che dovrebbe sorgere nella città di Cuneo sembra tutto così bello che a noi, MoVimento 5 Stelle Cuneo,  sembra sia come una favola della buonanotte: ci sono i soldi, ci sono i terreni, ci sono le maestranze, tutti i livelli istituzionali vanno d’amore e d’accordo….come direbbero all’Assessorato alla Sanità regionale basta decidere dove farlo e, come per magia, ecco che Cuneo avrà un’ospedale nuovo di zecca!

Per quanto le favole della buonanotte siano carine da sentire, chiunque sia coinvolto nell’ambito della pubblica amministrazione ha un dovere fondamentale verso i propri concittadini: parlare in modo sincero, senza rimanere troppo nel mondo dei sogni.

Ci chiediamo, come MoVimento 5 Stelle Cuneo e, come cittadini, queste cose…

1) Ma l’amministrazione comunale ha una vaga idea di quanto possa costare un ospedale nuovo di zecca e completo delle migliori forniture mediche? Non sono poche centinaia di migliaia di euro, sono centinaia di MILIONI di euro, un investimento colossale.

2) Sulla sanità non è certo il comune di Cuneo che decide la partita ma la Regione e soprattutto il Governo Centrale. Se da un lato l’amministrazione comunale aveva il diritto di istituire una commissione speciale riguardo al presunto nuovo ospedale, dall’altro il comune NON ha il potere di stanziare i soldi per questa operazione. Spetta alla Regione e al conseguente piano sanitario regionale, di concerto con il Governo Centrale.

3) La Regione, purtroppo, non ha al momento fondi tali da stanziare per un ospedale nuovo a Cuneo, visto i costi altissimi che comporterebbe l’operazione. Non va dimenticato che per anni la Regione ha avuto la sanità commissariata dal governo centrale e solo da un anno la Regione è uscita dal piano di rientro del debito sanitario, ora come potrebbe di colpo spendere centinaia di milioni di euro?

4) Se davvero il progetto dell’eventuale nuovo ospedale di Cuneo diventasse realtà ci sarebbero due opzioni in campo: o miliardi di euro dal Governo Centrale per riammodernare il parco sanitario nazionale oppure tanti soldi dai privati col risultato, in questo ultimo caso, che il pubblico dovrebbe fare notevoli concessioni di durate decennali ai privati, con tutti i rischi del caso, come la vicenda dell’ospedale di Verduno insegna.

5) Se per caso saltasse l’ipotesi (forse quella più praticabile) del riuso di aree già a disposizione dell’Azienda Sanitaria Ospedaliera come, ad esempio, quella del Carle, siamo sicuri che si sceglierebbe come sede per un ospedale nuovo che fungerebbe da hub principale della zona proprio la città di Cuneo e non un luogo più centrale rispetto al territorio provinciale? La programmazione sanitaria è regionale e quindi si fonda anche sulla migliore ubicazione possibile per i territori provinciali e Cuneo per posizione geografica potrebbe, purtroppo, essere ritenuta troppo decentrata per realizzare un nuovo ospedale che dovrebbe fungere da principale polo sanitario della nostra provincia.

Noi crediamo che, per prima cosa, sia necessario uno studio di fattibilità credibile riguardo all’eventuale nuovo ospedale in modo da parlare chiaro ai cittadini, visto che si tratterebbe di un’opera destinata comunque a segnare il volto della città, augurandoci che si possa arrivare ad un consumo del suolo sostenibile e ad offrire un servizio sanitario ai cittadini di alto livello.

M5S Cuneo

Vedi anche

La forza dell’intuizione: Edward Jenner e il vaccino anti vaiolo

La scienza è alla base del mondo in cui viviamo ed oggi ci fa piacere …

Questo sito e gli strumenti terzi utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e di profilazione esclusivamente necessari al suo funzionamento.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Privacy-Cookie Policy

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.